Xiaomi parteciperà alla gara della frequenza di aggiornamento elevata con uno smartphone con display a 120Hz

I display ad alta frequenza di aggiornamento sono esplosi in popolarità tra i produttori di smartphone. Solo quest'anno abbiamo già visto 9 nuovi smartphone con pannelli che si aggiornano a più di 60Hz, con altri 3 che devono ancora essere lanciati. Unirsi ai ranghi di Red Magic 3 / 3S, OPPO Reno Ace, OnePlus 7 Pro / 7T / 7T Pro, ROG Phone II, Sharp Aquos R3 / zero2 e l'imminente Google Pixel 4/4 XL e Realme X2 Pro, è un nuovo contendente di Xiaomi. Proprio così, il marchio di smartphone cinese, noto soprattutto per la sua gamma di smartphone economici e di fascia media, sta immergendo le dita dei piedi nella tecnologia ad alta frequenza di aggiornamento. A differenza della maggior parte delle ammiraglie con pannelli ad alta frequenza di aggiornamento che abbiamo visto quest'anno, tuttavia, il telefono su cui Xiaomi sta lavorando avrà un display a 120Hz.

Grazie a un suggerimento del sempre affidabile Member kacskrz, abbiamo scoperto che Xiaomi ha aggiunto il codice per un'impostazione di visualizzazione della frequenza di aggiornamento nelle ultime beta MIUI 11. La descrizione dell'impostazione dice che frequenze di aggiornamento più elevate "[rendono] l'immagine più liscia" mentre frequenze di aggiornamento più basse "[risparmio] batteria", che è una lingua simile che troverai nelle pagine delle impostazioni della frequenza di aggiornamento su altri smartphone di punta. Scavando ulteriormente nel codice, abbiamo scoperto che questa impostazione è attualmente codificata per mostrare due voci: 60Hz e 120Hz. Quindi, il prossimo smartphone di punta di Xiaomi supporterà il passaggio tra 60Hz e 120Hz, anche se attualmente non esiste una modalità di frequenza di aggiornamento di 90Hz come quella presente sul ROG Phone II.

Con un po 'di armeggiamento, kacskrz è riuscito a far apparire questa impostazione della frequenza di aggiornamento in sviluppo sul proprio dispositivo, anche se dal momento che il suo dispositivo non ha un display ad alta frequenza di aggiornamento, l'impostazione non funziona. Tuttavia, questi screenshot mostrano come potrebbe apparire l'impostazione quando Xiaomi lancia questo imminente smartphone con display a 120Hz.

Schermate di Member kacskrz. Si noti che questi screenshot NON provengono effettivamente dal prossimo smartphone di Xiaomi. Non conosciamo il nome o il nome in codice di questo dispositivo in arrivo.

Razer, il marchio di giochi per PC, è stato il primo a vendere uno smartphone a livello internazionale con un display a 120Hz alla fine del 2017. Dal lancio del secondo Razer Phone nel 2018, solo Sharp e ASUS hanno rilasciato smartphone con display a frequenza di aggiornamento a 120Hz. Razer Phone, Razer Phone 2 e Sharp Aquos R3 hanno pannelli LCD a 120Hz mentre ASUS ROG Phone II e Sharp Aquos zero2 hanno rispettivamente un pannello OLED a 120Hz e 240Hz (anche se solo ogni altro frame ha dati di immagine sullo zero2.) tuttavia, non so se il primo smartphone Xiaomi con una frequenza di aggiornamento elevata avrà un pannello LCD o OLED.

Dalla mia esperienza personale, non vedo 120Hz come un aggiornamento oltre 90Hz dopo aver ampiamente utilizzato sia ASUS ROG Phone II che OnePlus 7 Pro. Non tornerei mai più a un telefono con un pannello a 60Hz dopo aver usato due telefoni con pannelli ad alta frequenza di aggiornamento. Una volta provato un telefono con un display a frequenza di aggiornamento di 90 o 120Hz, non vorrai più tornare a un telefono a 60Hz perché si sentirà solo in ritardo. Un aumento della frequenza di aggiornamento è particolarmente evidente sugli smartphone a causa di quanto dobbiamo scorrere, anche se l'elenco dei giochi mobili che possono funzionare a oltre 60 fps non è purtroppo così grande. Supponendo che lo smartphone con display a 120Hz di Xiaomi non rompa la banca - e questo è di solito un presupposto sicuro da fare con i prodotti Xiaomi con la rara eccezione - allora dovremmo iniziare a vedere più sviluppatori di giochi per dispositivi mobili che supportano frequenze di aggiornamento più elevate poiché un numero maggiore di telefoni come questo ha colpito il mercato. Non sappiamo quando succederà con il telefono Xiaomi.


Grazie al software PNF per averci fornito una licenza per utilizzare JEB Decompiler, uno strumento di reverse engineering di livello professionale per applicazioni Android.