Tutti gli aggiornamenti delle app Play Store esistenti devono ora avere come target Android 9 Pie

Alla fine del 2017, Google ha preso una decisione coraggiosa: costringere gli sviluppatori di app Android a raggiungere i livelli API più recenti aggiungendo nuovi requisiti per il Play Store. Gli obiettivi di Google sono migliorare la sicurezza dell'ecosistema (assicurandosi che le app rispettino tutte le modifiche alla piattaforma relative alla privacy e alle autorizzazioni) e incoraggiare l'adozione di nuove API (in modo che gli utenti possano godere delle nuove funzionalità sui loro telefoni.) Il 1 ° agosto di ogni anno, Google richiede che tutte le nuove app inviate al Play Store siano indirizzate al livello API principale introdotto nell'anno precedente. Il 1 ° novembre di ogni anno, Google estende questo requisito per coprire gli aggiornamenti delle app esistenti. Pertanto, a partire dal 1 ° agosto 2019, tutte le nuove app Android caricate su Google Play devono avere come target il livello API 28 o Android 9 Pie. A partire da oggi, lo stesso requisito ora si applica agli aggiornamenti delle app.

Secondo Google, Android 9 Pie era in esecuzione sul 22, 6% di tutti i dispositivi certificati Google Play alla fine di agosto di quest'anno. Con la chiusura della finestra di certificazione per i nuovi dispositivi Android 9 il 31 gennaio 2020, la percentuale di dispositivi con livello API 28 o superiore è destinata a diventare ancora più grande. Con funzionalità come Adaptive Battery in Android 9 e Scoped Storage in Android 10, ti consigliamo di assicurarti che la tua app esistente continui a funzionare come previsto, almeno. Personalmente, spero che il nuovo requisito spinga gli sviluppatori che utilizzano la vecchia API FingerprintManager ad adottare BiometricPrompt in modo che i proprietari di Pixel 4 possano godere di Face Unlock in tutte le loro app.

Ci sono moltissime nuove API e modifiche alle API esistenti in Android 9 e Android 10, quindi potresti anche essere in grado di creare una nuova app innovativa o migliorare una funzionalità esistente dopo aver dato un'occhiata alla documentazione. Sfortunatamente, questo requisito porterà probabilmente alcuni sviluppatori ad abbandonare lo sviluppo delle loro app, come abbiamo visto quando l'anno scorso il requisito di livello API è stato aumentato. Non puoi davvero dare la colpa a Google qui perché non solo hanno dato molto tempo agli sviluppatori per aggiornare le loro app, ma hanno anche un motivo valido per costringere gli sviluppatori a scegliere i livelli API più recenti.