Samsung Galaxy S10 / S10e / S10 + (Exynos) ora può essere rootato con Magisk Canary

La gamma Samsung Galaxy S10 rappresenta il meglio di tutte le tecnologie che Samsung può offrire ai suoi consumatori. Se sei sul mercato in questo momento per uno smartphone premium, il Galaxy S10 e i suoi fratelli compariranno nella tua lista come probabili opzioni di acquisto. Ora saresti felice di sapere che Topjohnwu, sviluppatore riconosciuto, è riuscito a ottenere il root su Samsung Galaxy S10, S10 + e S10e basato su Exynos e ha rilasciato una guida all'installazione che utilizza una versione Canaria di Magisk.

Prima di iniziare, è importante sapere che sebbene topjohnwu abbia fatto del suo meglio nel rendere la procedura il più user-friendly possibile, c'è ancora una grande curva di apprendimento. Pertanto, se non hai mai effettuato il root di un dispositivo prima o se hai difficoltà a seguire le istruzioni nell'ordine indicato, non consiglierei di provare questo sul tuo S10 nuovo di zecca. Ci sono molte piccole complessità coinvolte nel processo che, se sbagli, danneggeranno il tuo dispositivo. Lo sviluppatore ha creato una guida all'installazione separata per questi nuovi dispositivi Samsung che sono stati lanciati con Android Pie, ovvero Galaxy S10 / S10 + / S10e e Galaxy A50 in particolare. Anche altri dispositivi della serie A Galaxy sono stati lanciati con Android Pie: non sappiamo ancora se il set di istruzioni differisce per loro.

L'installazione di Magisk per eseguire il root dell'S10 farà scattare Knox, che è previsto. È inoltre necessario un bootloader sbloccato (che a sua volta avvia una cancellazione dei dati) e l'installazione di Magisk per la prima volta richiede anche una cancellazione completa dei dati. Anche lo sblocco del bootloader su questi nuovi dispositivi Samsung è un processo diverso, in quanto Samsung ha introdotto un servizio "VaultKeeper" che tenta di " ricollegare " il bootloader dopo che i dati sono stati cancellati. Dopo aver "sbloccato il bootloader", è necessario avviare il dispositivo, eseguire l'installazione iniziale (è possibile saltare diversi passaggi in quanto si cancellerà comunque) e verificare nuovamente se esiste l'opzione di sblocco del bootloader.

L'installazione di Magisk comporta il download del firmware del dispositivo, l'estrazione del suo file tar AP e l'applicazione di patch con Magisk sul telefono, quindi il flashing del file tar corretto come AP in Odin sul computer. Vi sono ulteriori dettagli che è necessario tenere a mente e seguire, quindi il set di istruzioni completo viene intenzionalmente omesso dall'ambito di questo articolo. Si prega di leggere le istruzioni di installazione dallo sviluppatore nella sua interezza per saperne di più.

Ci sono anche tecnicismi coinvolti dopo aver installato Magisk. Per eseguire il boot su un sistema con Magisk installato, dovrai avviare il ripristino ogni volta. E poiché il ripristino esiste anche nella stessa partizione di Magisk, il telefono decide in che modo eseguire l'avvio in base alla durata della pressione del volume. Topjohnwu ha riassunto questo scenario post-Magisk come segue:

  • (Accensione normale) → (Sistema senza Magisk)
  • (Power + Bixby + Volume su) → (Avviso Bootloader) → (Rilascia tutti i pulsanti) → (Sistema con Magisk)
  • (Potenza + Bixby + Volume su) → (Avviso Bootloader) → (Mantieni su volume alzato) → (Ripristino effettivo)

Per quanto riguarda l'aggiornamento di Magisk, è possibile aggiornare direttamente Magisk in Magisk Manager. Ma per l'aggiornamento del dispositivo, non è possibile eseguire il flashing del file tar AP AP stock e sarà necessario pre-patchare il firmware prima di eseguire il flashing in Odin.

Se stai cercando maggiori dettagli tecnici sul processo, lo sviluppatore ha creato un thread separato.

Questa nuova versione di Magisk Canary aggiunge anche il supporto per Android Q Beta 2.

Esegui il root del Samsung Galaxy S10 con Magisk