postmarketOS è un Distro Linux ottimizzato per touch per smartphone e tablet

Probabilmente una delle cose peggiori dell'ecosistema Android è la velocità con cui la maggior parte dei dispositivi raggiunge la fine del ciclo di vita del supporto software, almeno rispetto ad Apple o Google. Al momento, puoi aspettarti di ricevere fino a 2 anni di aggiornamenti e 3 anni di patch di sicurezza dal produttore. Se sei fortunato, questi aggiornamenti potrebbero richiedere solo mesi anziché un anno per arrivare! Ciò è dovuto a molti fattori, poiché i produttori di silicio sono importanti. E Google ha fatto molte cose per cercare di risolverlo, il più grande sforzo è Project Treble. Tuttavia, se sei il tipo di persona esperto di tecnologia, puoi mantenere aggiornato il tuo dispositivo con ROM personalizzate, che effettuano il porting sulle ultime versioni Android e patch di sicurezza su telefoni più vecchi e non supportati. Questo non è abbastanza, anche se, come alla fine, l'età avrà il suo pedaggio e il tuo telefono diventerà progressivamente più lento col passare del tempo.

Il motivo è piuttosto semplice: man mano che Android diventa più ricco di funzionalità, diventa anche progressivamente più pesante con il tempo, aumentando l'utilizzo delle risorse a un punto che i vecchi telefoni non riescono davvero a tenere il passo. Puoi persino installare una ROM Nougat per Android 7.1.1 sul Samsung Galaxy S (lanciato nel 2010 ), e mentre il fatto che si avvii e funzioni per lo più stabile è un'impresa in sé e per sé, e qualcosa di abbastanza incredibile, non è davvero utilizzabile come un driver quotidiano affidabile a causa dell'hardware pesantemente obsoleto. Il processore Hummingbird (Exynos 3110) + 512 MB di RAM combinata non è in grado di eseguire Nougat senza problemi, anche con l'overclocking. I telefoni con 1 GB di RAM hanno difficoltà a eseguire le ultime ROM personalizzate.

La stessa situazione non si verifica con i vecchi computer, tuttavia, principalmente grazie alle distribuzioni GNU / Linux. Puoi effettivamente prendere un computer del 2007 e installare una distribuzione Linux di base su di esso, e eseguirà la maggior parte delle attività (tra cui ricerca web, riproduzione multimediale, social network e altro) senza intoppi. Otterrai anche le ultime patch di sicurezza e la maggior parte delle nuove funzionalità sul tuo vecchio computer. Queste distro inoltre riducono al minimo l'utilizzo delle risorse, quindi anche se sicuramente non sarà più veloce di un nuovo computer, funzionerà perfettamente per la maggior parte delle tue esigenze occasionali. C'è un piccolo progetto che spera di offrire quel tipo di supporto a telefoni e tablet Android e quel progetto si chiama postmarketOS .


postmarketOS: un Linux Distro per il tuo telefono o tablet

postmarketOS (in breve pmOS) ha un'unica premessa: mira a dare agli smartphone Android un ciclo di vita di 10 anni . È una distribuzione Linux effettiva e ottimizzata per il tocco che puoi mettere in funzione sul tuo smartphone o tablet, non importa quanti anni abbia. pmOS si basa su Alpine Linux, una distribuzione Linux leggera mirata alla sicurezza, in modo da poter ottenere prestazioni decenti da un vecchio telefono senza preoccuparsi di pacchetti software obsoleti. Promettono inoltre di non limitare le funzionalità solo a determinati telefoni o tablet più recenti, quindi anche i dispositivi più vecchi saranno in grado di sfruttare funzionalità come la crittografia completa del disco.

Puoi anche impacchettare ed eseguire praticamente tutto ciò che vuoi su postmarketOS. È sviluppato nello spirito delle normali distribuzioni Linux, quindi puoi persino utilizzare più interfacce telefoniche, che vanno da cose come Ubuntu Touch a un'interfaccia shell semplice e vecchio stile. Puoi anche utilizzare qualsiasi app di qualsiasi ecosistema, comprese le normali applicazioni desktop Linux.

Sono anche a conoscenza dei problemi con falle di sicurezza nei vecchi dispositivi. Non c'è molto che si possa fare, in quanto dipendono dai produttori di dispositivi e silicio da riparare. Tuttavia, hanno detto che stanno esplorando le loro opzioni per massimizzare la sicurezza sui loro telefoni supportati. Hanno anche affermato di essere interessati all'utilizzo del kernel Linux mainline anziché di un fork Android per massimizzare la sicurezza dello spazio utente.

Stato del postmarketOS

postmarketOS è attualmente in una fase molto precoce di sviluppo e non è ancora utilizzabile per la maggior parte degli utenti. Una versione pre-alfa è stata avviata su Google Nexus 5, che viene mostrato nelle immagini di questo articolo, ma è ancora un grande lavoro in corso. Non esiste nemmeno un ETA per il rilascio di una versione stabile, quindi se sei interessato a questo progetto dovrai aspettare pazientemente fino a quando non sarà completato.

Mentre una durata di 10 anni è davvero qualcosa di incredibile quando si parla di smartphone, siamo davvero entusiasti di vedere come andrà a finire questo progetto, in quanto sembra un'alternativa promettente per coloro a cui piace tenere i loro vecchi telefoni fino a quando non si rompono fisicamente. Se vuoi saperne di più, dai un'occhiata al loro sito Web, alla loro wiki e al loro subreddit, dove troverai tutto su questo progetto. Se sei interessato a contribuire a postmarketOS, controlla il codice sorgente su GitHub!