La funzione di compressione Active Edge di Google Pixel 2 tornerà su Google Pixel 3

HTC non ha funzionato troppo bene negli ultimi anni, ma ciò non ha impedito alla società di essere in grado di produrre alcuni telefoni abbastanza grandi di tanto in tanto. La funzione di compressione dell'HTC U11 sembrava che sarebbe stata una trovata unica, ma da allora si è fatta strada verso Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL grazie allo stretto lavoro tra HTC e Google. Chiamata "Active Edge" su Google Pixel 2, la funzione ti consente di comprimere il frame del dispositivo per avviare Google Assistant e silenziare allarmi, timer, notifiche e chiamate in arrivo. Non è personalizzabile come Edge Sense 2.0 su HTC U12 + (almeno, non ufficialmente), ma ottiene il lavoro fatto. Per quelli di voi che sono fan della funzione, abbiamo alcune buone notizie: abbiamo forti prove che suggeriscono che tornerà su Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL.

Ora, per quelli di voi che stanno urlando "ovviamente tornerà", tieni presente che Google ha un po 'di storia sulla rimozione di funzionalità esistenti negli smartphone successivi. La ricarica wireless, che era presente su Google Nexus 4, Google Nexus 5, Google Nexus 6 e Google Nexus 7 (2013) è stata rimossa su Google Nexus 5X e Google Nexus 6P (e tutti i successivi telefoni Google Pixel). Il jack per cuffie, che Google ha preso in giro notoriamente Apple per la rimozione durante la presentazione di Google Pixel e Google Pixel XL, è stato rimosso da Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL. Non pensavamo che avrebbero rimosso Active Edge, ma la possibilità era ancora lì poiché non vi era alcuna conferma altrimenti. Da quando ha acquisito gli ingegneri HTC coinvolti nella realizzazione di Pixel 2 e i diritti di proprietà intellettuale di HTC, sembra che Google abbia ciò di cui ha bisogno per continuare a implementare la funzione di compressione di Pixel 2 nei futuri smartphone. È solo che questa volta Google Pixel 3 sarà prodotto da Foxconn.

Le prove di Active Edge su Google Pixel 3

Le nostre prime prove sono arrivate dal nostro tipster, membro senior meraz9000, che ha pubblicato le prime foto in vita reale di un presunto prototipo di Google Pixel 3 XL. Ha condiviso più foto e dettagli con noi, come lo smartphone probabilmente ha un retro in vetro (sicuramente non è in plastica o metallo, dice). Non è stato in grado di confermare la presenza della ricarica wireless, ma abbiamo analizzato Android P beta 2 (Developer Preview 3) e abbiamo trovato prove per i dock di ricarica wireless, che riteniamo siano per Google Pixel 3, quindi procedi come vuoi. Ci ha riferito che, prima di aver accidentalmente messo in ammasso il dispositivo (motivo per cui la sua perdita ha mostrato il dispositivo sul bootloader), ha riferito di testare Active Edge schiacciando il telefono e che il telefono ha vibrato. Credevo che le sue informazioni fossero credibili, ma per essere sicuro, ho deciso di scavare nell'ultima anteprima per sviluppatori Android P per trovare prove a conferma. E l'ho fatto.

Nell'APK di SystemUIGoogle, la classe "WakeMode" è stata leggermente modificata con un nuovo codice. "WakeMode" è una classe situata in / com / google / android / systemui / elmyra / gates. A proposito, Elmyra è il nome in codice di Active Edge.

All'interno di questa classe è presente un metodo chiamato isWakeSettingEnabled. Questo metodo controlla il valore di Settings.Secure.assist_gesture_wake_enabled. Se restituisce "1", significa che il gesto di compressione dovrebbe anche svegliare il telefono dalla modalità di sospensione. Se restituisce "0", una compressione non riattiverà il telefono. Tuttavia, non puoi semplicemente impostare questo valore su "1" su qualsiasi telefono e aspettarti che funzioni. Ovviamente, il tuo telefono deve avere una cornice comprimibile ... e inoltre, il metodo stesso controlla se il tuo dispositivo è compatibile. È solo così che questo metodo ha aggiunto il codice per controllare “ ro.product.model “, un valore della proprietà di sistema che definisce il nome del dispositivo. Su Google Pixel 2 XL, ro.product.model=Pixel 2 XL ) "Crosshatch" e "blueline" sono due modelli di prodotto che vengono confrontati dal metodo. Sappiamo già che "crosshatch" è il Google Pixel 3 XL della perdita precedente, quindi supponiamo che "blueline" sia il Google Pixel 3 più piccolo.

A sinistra: prototipo di Google Pixel 3 XL sullo schermo del bootloader che mostra il nome in codice "crosshatch".

A destra: le impostazioni di Active Edge di Google Pixel 2 mostrano "Consenti quando lo schermo è spento" (Settings.Secure.assist_gesture_wake_enabled )

Pertanto, non è troppo difficile trarre la conclusione che la funzione di compressione di Active Edge tornerà a Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL. È possibile che possa essere scartato prima dell'inizio della produzione finale poiché le nostre informazioni si basano su un prototipo ingegneristico di esempio e codice trovato in Android P Developer Preview 3, quindi se succede qualcosa che contraddica la nostra affermazione saremo sicuri di farvi sapere a tutti. Fino ad allora, rimanete sintonizzati sul portale per ulteriori informazioni su Pixel 3!