Fuori produzione: uno sguardo ai telefoni Google Play Edition

Questa settimana ha segnato la rimozione ufficiale di un'altra voce nell'elenco dei telefoni Google Play Edition (GPE). A partire dalla metà del 2013, Google ha iniziato a offrire una varietà di dispositivi Android che eseguono la loro pura esperienza Android. I dispositivi sono stati venduti negli Stati Uniti attraverso il Playstore allo stesso prezzo delle loro controparti con skin OEM. Questo non è stato il primo programma che Google ha immaginato di distribuire dispositivi Android stock nelle mani dei consumatori e degli sviluppatori, e non sarebbe stato l'ultimo.

La differenza fondamentale con altri programmi è che l'hardware GPE non è stato progettato specificamente per l'attività, ma piuttosto ha usato lo stesso design dei telefoni o tablet di punta OEM, con produttori come Samsung e HTC che forniscono una "Google Experience" pura senza attaccare le proprie modifiche nel codice. I dispositivi otterrebbero anche aggiornamenti direttamente da Google, anche se il firmware dovrebbe essere fornito dai produttori. Tuttavia, i telefoni GPE hanno visto alcuni degli aggiornamenti più rapidi visti nel mondo Android, poiché era stato promesso in modo molto simile alla linea Nexus. Un grande vantaggio per i telefoni GPE è che gli aggiornamenti hanno aggirato i gestori, che sono noti per aggiungere il proprio gonfiore e modifiche che ritardano anche la nuova esperienza software di ogni primo aggiornamento di Android.

La linea Nexus e i telefoni GPE condividevano lo spazio di mercato approvato da Google senza molti conflitti e la varietà offerta dai telefoni GPE era qualcosa che molti consumatori amavano. Molte persone, ad esempio, volevano l'hardware di prim'ordine che si trova nel Samsung Galaxy S4 con l'aspetto originale del puro Android anziché il Touchwiz di Samsung. E alcuni utenti non apprezzano o desiderano eseguire il flashing di nuove ROM personalizzate sui loro telefoni per vari motivi, uno comune è che alcune ottimizzazioni apportate dagli OEM per il particolare hardware, come quelle per la qualità della fotocamera e la durata della batteria, possono andare perse. E sebbene S4 GPE presentasse alcune differenze tra le fotocamere, ha funzionato abbastanza meglio di qualsiasi altra ROM basata su AOSP personalizzata, poiché Samsung era responsabile delle ottimizzazioni del software. Tuttavia, non aveva la stessa quantità di opzioni per il servizio fotografico, in quanto non presentava l'app per fotocamera di Samsung. I telefoni HTC GPE hanno anche visto l'aggiunta di alcune delle loro normali funzioni di controparte, che ha assicurato una minore perdita di funzionalità rispetto ad altri telefoni che ottengono il trattamento Android di serie (che si tratti di Google o di ROM personalizzate). In breve, hai avuto accesso all'hardware di punta senza le sfumature o le conseguenze del software di punta, ottenendo anche alcune delle ottimizzazioni e funzionalità più utili che potrebbero essere salvate. Sembra molto, vero? Era.

Google ha rimosso i dispositivi GPE dal loro negozio in un paio di lotti iterativi lo scorso anno, a partire da luglio 2014. I primi dispositivi a non essere più presenti sono stati l'HTC One M7, l'LG G Pad 8.3 (che è stato il primo tablet a partecipa al programma) e alla Sony Z Ultra. Questo ci ha lasciato solo la possibilità di acquistare l'HTC One M8, il Motorola Moto G e il Samsung Galaxy S4. Si dice che i dispositivi non abbiano mai visto buone vendite, e al momento si ipotizzava che lo stessero facendo per "fare spazio" a più dispositivi nel negozio. Molti si aspettavano nuove ammiraglie (all'epoca) come l'S5 per ottenere una versione di Google Play Edition, ma purtroppo non l'abbiamo nemmeno visto - e ora ci stiamo avvicinando al tappeto erboso dell'S6.

Finora non ci sono state spiegazioni coerenti sul perché i dispositivi sono stati rimossi. Ne parleremo un po 'di più, ma prima diamo un breve riepilogo di ciò che abbiamo visto nel negozio Google Play Edition.

Galaxy s4

A Google I / O 2013, il GPE Galaxy S4 è stato annunciato come un'edizione speciale che sarebbe stata rilasciata il 26 giugno, attraverso il Playstore, esclusivamente negli Stati Uniti. Il telefono è stato fornito con Stock Android 4.2.2 Jelly Bean ed è diventato il primo telefono Play Edition a vedere la luce del giorno. Ha iniziato la tendenza dei dispositivi con lo stesso hardware delle loro controparti di punta. Questo telefono è stato un ottimo modo per avviare il programma, perché il completo gonfiore del telefono Samsung e la semplice eleganza di Jelly Bean hanno reso l'esperienza utente molto interessante.

HTC One M7

Questo telefono è stato annunciato il 30 maggio 2013, appena due settimane dopo l'I / O di Google, è stata annunciata la versione GPE dell'ammiraglia HTC One (M7), che è stata successivamente rilasciata a giugno insieme a S4 GPE. Presenta lo stesso bellissimo hardware, meno l'interfaccia utente Sense dell'M7 e, soprattutto, lo stesso suono di prim'ordine dagli altoparlanti BoomSound di HTC. Ha perso alcune funzionalità rispetto al normale One, come BlinkFeed, che non era troppo mancato, e l'HTC Zoe o la gloriosa interfaccia utente di Sense. Ma è stato accolto con grande approvazione dagli appassionati di Android in quanto è stata una nuova entusiasmante strada per l'ennesimo OEM, che sarebbe stata percorsa più avanti rispetto alla maggior parte degli altri.

LG G Pad 8.3

Il trattamento GPE GPE di LG è stato annunciato insieme a Z Ultra e il tablet è stato reso disponibile il 10 dicembre 2013. Il prezzo era di $ 350 modesto, il che non è stato un cattivo affare considerando che si stava ottenendo uno schermo su FHD (con 273 PPI, molto più alto del 213 PPI del suo concorrente Nexus), un potente Snapdragon 600 quad-core come quello trovato nell'M7 (che all'epoca era appena stato superato dall'800), 2 GB di RAM e un Li-Po da 4600 mAh batteria. Il design mancava di una sensazione premium da abbinare agli interni eleganti, quindi si è stabilito come alternativa plausibile per un tablet, ma sicuramente non il migliore.

Sony Z Ultra

Il colosso dei phablet fu annunciato con il chiarimento che non si trattava di un telefono con marchio Xperia. Era al prezzo di $ 649, prima di vedere un calo dei prezzi nel 29 aprile 2014, che lo ha portato a un prezzo più che ragionevole di $ 449. Il telefono era enorme, con lo stesso schermo da 6, 4 pollici del suo cugino Xperia, con uno schermo FHD, 2 GB di RAM e il leggendario Snapdragon 800, il migliore dei processori del 2014. Il dispositivo aveva prestazioni stellari e il display (con i motori Triluminos e X-Reality di Sony) si diceva che fosse migliore di quelli scadenti trovati nelle prime iterazioni della gamma Z. La durata della batteria è stata sorprendentemente media, dato il suo trooper agli ioni di litio da 3050 mAh, che si trova sul lato medio dei phablet di dimensioni più piccole e che ha deluso quelli abituati alla resistenza folle di altri telefoni di grandi dimensioni.

Moto G

Questa aggiunta non aveva molto senso, dato che la Moto G originale funzionava già con Android di serie quando questa è stata rilasciata nel gennaio 2014. Aveva un paio di aggiunte software, come Moto Assist o Moto Migrate, ma a parte questo, ci sono davvero non era molto utile per questa versione di GPE, a parte forse aggiornamenti software leggermente più veloci ... qualcosa che Motorola stava già facendo e fa ancora oggi. Oltre a questo, questo telefono era buono come il suo cugino marchiato rivoluzionario di fascia media. La Moto G è stata una delle preferite del 2013. La variante GPE è stata ufficialmente interrotta il 7 gennaio.

HTC One M8

L'eccellente superphone in metallo di HTC è stato rivelato per ottenere una variante GPE lo stesso giorno del rilascio dell'originale, e più tardi quel pomeriggio la scheda è stata pubblicata su Google Play. L'interfaccia utente di Sense 6 è stata sostituita da Android di serie, ma il telefono era ancora in grado di utilizzare le funzionalità della doppia fotocamera di HTC come la messa a fuoco simile alla DSLR e alcune altre funzionalità dell'M8 originale sono state esportate come applicazioni Google Play per gli utenti di GPE M8 da scaricare e godere. Direi che quest'ultima aggiunta alla famiglia GPE è stata il culmine di tutto ciò che ha reso la divisione così grande, ed è bello vederla ferma.

Per prima cosa abbiamo avuto gli Android Dev Phones (ADP), che presentavano un bootloader sbloccato per sviluppatori avanzati per armeggiare con tutto ciò che volevano. Ma Dev Phone 1 (basato su HTC Dream) e Dev Phone 2 (basato su HTC Magic) non hanno ricevuto troppa notorietà e non sono mai stati interpretati come rilasci di massa (perché non lo erano). Sono stati interrotti e sostituiti dalla gamma Nexus, che ha anche iniziato come una piattaforma molto incentrata sugli sviluppatori e ora è diventata più di base per gli utenti esperti. La linea Nexus rimane forte, mentre i telefoni GPE sembrano essere in testa ai Dev Phone.

Mentre i telefoni Dev non hanno avuto granché uno scopo con il line-up Nexus che ha preso il controllo e fornendo hardware migliore, più unico e mirato, GPE svolge una funzione che nessuno dei telefoni orientati agli sviluppatori ha fatto. La richiesta di telefoni OEM che non hanno il compromesso del software OEM non era grande, ma penso che fosse potente nei piccoli sottoinsiemi. Androidanme l'ha detto meglio quando l'ha definita "la migliore idea che non venderà".

Google ha adottato una strategia aziendale con questi telefoni che sembra seguire la tendenza di molti dei suoi sforzi - a metà strada :

I dispositivi hanno sofferto di essere venduti fuori contratto in uno dei pochi paesi che ha un modello di contratto così stabilito dal loro fornitore. Contrassegnati a prezzi di vendita al dettaglio, hanno fatto appello alla minoranza che avrebbe effettivamente acquistato un telefono al loro reale valore di mercato. Prendi quel sottoinsieme già piccolo di consumatori che sono disposti a pagare il prezzo più alto per i loro dispositivi elettronici, quindi ridurlo ulteriormente nascondendo la line-up sul Google Playstore praticamente senza pubblicità se non il passaparola degli appassionati e i siti tecnologici ' giornalismo: cose che non raggiungono o non convincono l'utente del telefono tradizionale. E inserendo i dispositivi nel Play Store e non nei negozi, sono sostanzialmente inesistenti nelle menti degli utenti di telefonia tradizionale, poiché è probabile che la maggior parte non abbia mai nemmeno saputo che il Playstore vendesse anche hardware.

Nonostante la sua morte segnalata nel settembre 2014, Android Silver avrebbe potuto essere uno dei motivi per cui abbiamo visto un crescente declino dei telefoni GPE. Android Silver era un progetto di cui si vociferava ampiamente, ma che non era mai stato annunciato, che coinvolgeva una serie di telefoni di produttori che avrebbero eseguito Stock Android per l'ennesima offerta "Google Experience". I telefoni Silver sarebbero stati venduti nei negozi e promossi attraverso partnership con vettori americani come T-Mobile e Sprint. Android Silver avrebbe potuto essere la morte dell'altro figlio di Google, la linea Nexus. Molti hanno ipotizzato che questo sarebbe il caso, e voci e rapporti hanno indicato questo, ma Dave Burke (capo del programma Nexus di Google) ha affermato che "la prospettiva di Silver non significa che Nexus sta andando via". Ciò potrebbe anche essere interpretato come un indizio del fatto che Google stesse effettivamente lavorando a un programma Silver.

Un programma del genere sarebbe stato molto, molto simile a quello di Google Play Edition che abbiamo ora - il che mi porta a pensare, Google avrebbe tenuto entrambi a galla? Sebbene si tratti solo di speculazioni, sarebbe logico che abbandonassero il loro vecchio accordo con i produttori a favore di un accordo più forte, più mirato e che raggiungesse ulteriormente sia gli OEM che i gestori per espandere il marchio Android per quanto è possibile. Ma poi il progetto è stato dichiarato morto, tutte le estremità libere sono rimaste aperte e sono stati forniti pochi chiarimenti che sono stati sostanzialmente fondati.

Se esistesse un tale programma Silver, e se fosse morto tra l'I / O di Google dove tutti se lo aspettavano e il mese di settembre 2014, si adatterebbe alla narrazione dei dispositivi fuori produzione o non più supportati: tenere presente che questi le offerte, la produzione, il riassortimento e l'ulteriore distribuzione di smartphone e tablet richiedono molto tempo. E se il programma fosse ancora in corso quando si avvicinava la fine del 2014, sarebbe logico vedere la possibile decisione di OEM non rifornire le loro varianti GPE o non aggiungerne di nuove, che si svolgono oggi (pochi mesi dopo) che stiamo vedendo i dispositivi scompaiono senza ulteriori aggiunte o voci significative di altri in arrivo.

Anche se potremmo non sentire presto la verità, gli appassionati di Android tendono a rattristarsi per la perdita di opzioni ancora più grandi per la nostra linea di dispositivi. E le offerte di azioni di Google ci hanno sempre garantito esperienze utente straordinarie - è logico che quando sono accoppiate con l'hardware di punta dei produttori di punta, si verifica la magia. Anche se potremmo non vedere più l'aggiunta di dispositivi GPE (speriamo di sì), chissà cosa Google potrebbe avere in serbo per noi. Con Dev Phone e Nexus e Android One che guadagnano così tanta trazione, è chiaro che Google è orgoglioso del suo sistema operativo vaniglia. Allo stesso tempo, hanno spinto la diversità nel panorama Android con la loro nuova campagna "stare insieme, non la stessa" che molti interpretano come una chiamata alla forza di Android sotto forma di scelta del consumatore fornita da tutte le offerte OEM.

Tuttavia, oggi segna il giorno in cui un solo dispositivo Google Play Edition rimane disponibile per l'acquisto. Speriamo solo che M8 GPE abbia un po 'più di vita per gli utenti di sperimentare quale sia probabilmente il miglior telefono GPE che si possa ottenere.